Giornale dei Navigli > Attualità > Educazione alla cittadinanza, al via la raccolta firme per la proposta di legge
Attualità Cesano Boscone -

Educazione alla cittadinanza, al via la raccolta firme per la proposta di legge

Servirà a reintrodurre l'educazione civica come disciplina autonoma nei curricula e nei piani di studio scolastici.

Educazione alla cittadinanza

Educazione alla cittadinanza, al via la raccolta firme per la proposta di legge.

Educazione alla cittadinanza, al via la raccolta firme per la proposta di legge

CESANO BOSCONE – Una raccolta firme per la proposta di legge di iniziativa popolare, promossa dal Comune di Firenze e sostenuta da Anci. Al via in diversi comuni (tra cui Cesano, Basiglio, Zibido e molti altri) la campagna di adesione per introdurre l’ora di Educazione alla cittadinanza come materia curricolare nelle scuole.

Servirà a rendere obbligatorio l’insegnamento nelle scuole

La raccolta servirà a portare in Parlamento la proposta di legge di iniziativa popolare “insegnamenti di educazione alla cittadinanza come materia autonoma con voto, nei curricola scolastici di ogni ordine e grado”. Una proposta che nasce perché “diviene sempre più urgente il recupero di una dimensione educativa che formi i giovani cittadini ai principi che consentono uno sviluppo civile della società italiana, e una conservazione e cura dei legami di coesione sociale, indispensabili epr immaginare un futuro e uno sviluppo possibile per il nostro Paese”, si legge sulla proposta.

Sarà determinante l’appoggio dei cittadini

“L’educazione alla cittadinanza (o educazione civica, o costituzionale) è sostenuta dai Sindaci e da numerosi intellettuali e artisti, ma sarà principalmente l’appoggio dei cittadini e delle cittadine che potrà decretare il successo dell’iniziativa”, precisano dal Comune di Cesano, sottolineando come l’Educazione civica come materia del piano di studi possa “trasmettere alle nuove generazioni i valori legati al senso di appartenenza alla comunità. La scuola è infatti “l’agenzia educativa” per eccellenza, dove poter formare giovani cittadini attivi, responsabili, rispettosi e solidali”.

F.G.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente