Giornale dei Navigli > Attualità > Due milioni di euro pronti per il quartiere Tessera
Attualità Cesano Boscone -

Due milioni di euro pronti per il quartiere Tessera

Serviranno al progetto relativo alla scuola di via Gobetti e alla nuova piazza per il Tessera, con significative funzioni sociali.

due milioni di euro

Due milioni di euro pronti per il quartiere Tessera.

Due milioni di euro pronti per il quartiere Tessera

CESANO BOSCONE – Ieri il sindaco Simone Negri aveva annunciato sui social “una sorpresa” per i cesanesi. L’ha svelata appena è iniziato il consiglio comunale: la notizia che tanti abitanti aspettavano da anni è arrivata. Due milioni di euro pronti per riqualificare il quartiere Tessera e la scuola Gobetti.

L’annuncio durante il consiglio comunale

L’ha detto quasi emozionato, come qualcuno che ci spera ma non ci crede fino in fondo. Non ha fatto in tempo a finire di leggere l’annuncio che gli applausi gli hanno coperto la voce. Ora gli tocca andare in trasferta, ma è un viaggio di speranza per i tanti cittadini che da troppo tempo vivono nel degrado: il 26 febbraio andrà a Bologna a firmare la convenzione con il sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Maria Elena Boschi. “Un traguardo eccezionale, eravamo in competizione con grandi città e siamo riusciti a entrare in una stretta graduatoria”, ha commentato Negri.

come verranno utilizzati i soldi

“Si tratta del Piano Nazionale per la Riqualificazione Sociale e Culturale delle Aree Urbane Degradate lanciato dal Governo Renzi nel 2015. Ancora ricordo quando ci siamo riuniti un sabato di novembre di tre anni fa per parlarne. Ce l’abbiamo fatta”. Come verranno utilizzati questi soldi? “Serviranno al progetto relativo alla scuola di via Gobetti e alla nuova piazza per il Tessera, con significative funzioni sociali”, chiarisce il primo cittadino che aggiunge: “il Comune di Cesano aveva partecipato a questo bando avanzando la richiesta di un contributo a fondo perduto pari al massimale consentito, cioè 2 milioni di euro.

Ci siamo piazzati 97esimi su 800. Un ringraziamento doveroso al consiglio comunale e agli uffici coinvolti, guidati da Leda Bertolini e dagli architetti Michela Merlini e Roberto Biffi”. Grandi speranze per la scuola Gobetti, “piena di amianto, senza palestra e senza un vero refettorio – precisa Negri –. Il quartiere Tessera avrà la sua nuova scuola e una piazza che non ha mai avuto”.

Francesca Grillo

3 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente