Giornale dei Navigli > Attualità > Droni per leggere contatori dell’acqua a Paullo
Attualità San Donato Sud Milano -

Droni per leggere contatori dell’acqua a Paullo

Al via il progetto sperimentale del Gruppo CAP nella cittadina sudmilanese.

Droni per leggere contatori

Droni per leggere contatori dell’acqua a Paullo.

Droni per leggere contatori dell’acqua a Paullo

PAULLO – Droni per leggere i contatori e rilevare il consumo dell’acqua: è quanto prevede di fare a Paullo il Gruppo CAP con  il progetto sperimentale dal sapore avveniristico. Non siamo infatti in una città del futuro  ma sicuramente in un rivoluzionario progetto, unico in Italia, che ha preso il via lo scorso febbraio grazie al Gruppo CAP, gestore del servizio idrico integrato della città metropolitana.

Un progetto pilota

Il progetto pilota viene lanciato grazie al binomio droni e contatori di nuova generazione (smart metering) le letture saranno effettuate su dati effettivi, mensili anziché annuali, non più porta a porta ma a distanza grazie ai droni e nel rispetto totale della sicurezza e della privacy. Relativamente alla questione sicurezza e privacy è confermato proprio dal Gruppo CAP che i droni sono privi di telecamere e volano governati in remoto e/o a vista da un operatore. Di conseguenza non vi è né visione né registrazione audio/video. É un’iniziativa unica in Italia con l’obiettivo di arrivare entro il 2019 a oltre 100 mila contatori installati, 50mila nuovi dispositivi ogni anno, per un investimento di 18 milioni di euro.

Voleranno ad un’altezza di 100 metri

I droni, generalmente due, pilotati a distanza, si alzano in volo ad un’altezza di 100 mt  e”catturano” grazie a speciali sensori i segnali emessi dai contatori smart (telelettura). In circa 10 minuti e con soli due voli, i droni raccolgono tutte le letture che il sistema computerizzato associa in tempo reale al codice cliente, così da generare una fatturazione più trasparente e precisa. In più, grazie ai droni, è possibile rilevare nell’immediato eventuali perdite o anomalie sui consumi ed effettuare bilanci idrici mensili o giornalieri segnalando immediatamente perdite o problemi di misura.

Il presidente del Gruppo CAP

«Siamo di fronte a una waterevolution. — spiega Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato di Gruppo CAP — Quello che prima veniva fatto a piedi o con l’auto ora lo facciamo grazie ai droni, che premiano in termini di riduzione dell’inquinamento e maggiore efficienza delle operazioni».

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente