Giornale dei Navigli > Attualità > Disservizi sulla gestione del verde, il Comune ottiene un taglio in più
Attualità San Donato -

Disservizi sulla gestione del verde, il Comune ottiene un taglio in più

Dopo aver contestato alla ditta che si occupa della gestione del verde di San Giuliano alcune problematiche.

disservizi gestione

Disservizi sulla gestione del verde, il Comune ottiene un taglio in più.

Disservizi sulla gestione del verde, il Comune ottiene un taglio in più

SAN GIULIANO MILANESE – Disservizi sulla gestione del verde? Taglio aggiuntivo gratuito per “compensare” il disagio. L’Amministrazione ha infatti contestato alla ditta che si occupa della gestione del verde cittadino alcune problematiche segnalate dai residenti, come la mancata raccolta dei residui d’erba, finiti lungo strade e marciapiedi. Risultato: un taglio aggiuntivo su tutto il territorio e una serie di altri servizi, per un valore complessivo di 18mila euro.

Il sindaco Marco Segala

“Al di la del taglio gratuito che si va ad aggiungere ai sette contemplati nell’appalto e agli altri servizi compensativi – commenta il sindaco Marco Segala – il punto più importante riguarda uno dei compiti principali di un ente pubblico, ovvero il controllo effettivo sui servizi e quindi su come vengono spesi i soldi dei cittadini. La nostra Amministrazione ha pertanto applicato il contratto e, rispetto al disservizio accertato, ha ottenuto una serie di interventi sul territorio a titolo gratuito, che “valgono” in termini economici il 10% dell’appalto.

Si spera che non accada più

Fatta salva la necessaria fermezza del veder rispettati gli accordi pattuiti – prosegue il primo cittadino -, apprezziamo l’atteggiamento collaborativo della ditta Colombo Giardini S.r.l. e auspichiamo che non si verifichino in futuro ulteriori disservizi a danno della collettività e del decoro urbano”.

FG

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente