Giornale dei Navigli > Attualità > Cinque alloggi a Cesano per genitori separati o divorziati
Attualità Cesano Boscone Corsico -

Cinque alloggi a Cesano per genitori separati o divorziati

Mentre Corsico esamina la proposta partita dal consigliere di maggioranza Michele Valastro per dare nuova vita ad un fabbricato di via Curiel, a Cesano sono già stati individuati alcuni alloggi.

genitori separati

Cinque alloggi a Cesano per genitori separati o divorziati.

Cinque alloggi a Cesano per genitori separati o divorziati: la proposta di Valastro per Corsico

CESANO BOSCONE – Mentre Corsico esamina la proposta partita dal consigliere di maggioranza Michele Valastro di dare nuova vita all’ex fabbricato di via Curiel, nel tormentato quartiere Lavagna che da decenni soffre una situazione di degrado perenne, Cesano prende spunto dallo stesso tema. La proposta di Valastro era infatti di pensare ai genitori separati, in particolare ai papà che vivono una situazione di disagio.

Cesano “offre” cinque alloggi

Il Comune di Cesano ora mette a disposizione cinque alloggi per chi vive una situazione di difficoltà. Tra i requisiti: non essere assegnatari della casa coniugale, in base alla sentenza di separazione o divorzio . “Sono solo cinque appartamenti – spiega il sindaco di Cesano Boscone Simone Negri – ma si tratta di una misura che ci permette di rispondere a una delle categorie sociali più svantaggiate, quella dei genitori separati che sono tra i più esposti a essere travolti dalle difficoltà della crisi economica.

Il commento del sindaco Negri

È un’altra iniziativa – prosegue il primo cittadino – che va a completare la rosa degli interventi previsti dalla nostra politica sulla casa (che vede, tra l’altro, anche la ricerca di finanziamenti per le riqualificazione dei quartieri). Mentre il welfare arranca nel recepire queste esigenze sempre più pressanti – tira la stoccata – Cesano è in prima linea e, ancora una volta, dimostra la grande capacità della sua macchina comunale nel riuscire a competere e vincere finanziamenti importanti”.

Con il contributo di Ats Città Metrpolitana

Un’operazione resa possibile grazie al contributo di Ats Città Metropolitana che ha versato al Comune per il progetto 40mila euro: soldi che serviranno a realizzare interventi di manutenzione per rendere abitabili gli appartamenti. Sul sito istituzionale, si può consultare il bando per partecipare all’assegnazione.

Francesca Grillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente