Giornale dei Navigli > Attualità > Bookcity a Rozzano: un weekend dedicato ai libri e alla lettura
Attualità Rozzano -

Bookcity a Rozzano: un weekend dedicato ai libri e alla lettura

Tre giorni dedicati ai libri nella biblioteca del Centro culturale di Cascina Grande per promuovere sul territorio una serie di eventi culturali.

Bookcity a Rozzano

Bookcity a Rozzano: un weekend dedicato ai libri e alla lettura.

Bookcity a Rozzano: un weekend dedicato ai libri e alla lettura

ROZZANO – BookCity va in scena anche a Rozzano. Una tre giorni dedicata ai libri nella biblioteca del centro culturale di Cascina Grande, all’interno del programma di  Bookcity Milano per promuovere sul territorio una serie di eventi culturali.

Iniziative per tutti, bambini, adulti e famiglie

Il ricco programma prevede una serie di incontri con gli autori, letture ad alta voce, laboratori e spettacoli musicali. Obiettivo dell’iniziativa è promuovere la lettura e la scrittura coinvolgendo bambini, adulti e famiglie. “BookCity è decisamente la rassegna più importante dedicata al mondo dei libri ed ai i nostri cittadini proponiamo un week-end ricco di iniziative ­ commenta il sindaco e assessore alla cultura Gianni Ferretti -.  Divulgare soprattutto tra i più giovani la bellezza della lettura significa creare le condizioni migliori per il loro futuro”.

Undici appuntamenti a partire da oggi fino a domenica

Undici appuntamenti, da venerdì 15 a domenica 17 novembre, in agenda nella kermesse cittadina.

Apre la rassegna in biblioteca lo scrittore Paolo Roversi venerdì 15 novembre alle 10 con la presentazione per le scuole di “Il mistero dell’ombra dell’alba”, un libro scritto con i sentimenti più vicini all’età irripetibile dell’infanzia, un romanzo d’indagine – thriller per ragazzi.

Nicola Manuppelli alle ore 18.30 presenta il suo libro “Roma”, candidato al Premio Strega 2019. Un caleidoscopio di storie, forse vere, forse false. Perché Roma, sempre in bilico tra splendore e decadenza, è una città che ha fatto dell’inganno la sua cifra distintiva, con il cinema, la Chiesa, la politica. Si prosegue alle 19.30 con l’incontro dei tre gruppi di lettura promossi dalla biblioteca, a partire da quello storico attivo da 16 anni, dal gruppo mattutino che si ritrova nel quartiere Aler e l’ultimo nato “Nonsologiallo”.  L’incontro è aperto a tutti gli appassionati di lettura.

John Peter Sloan è il primo incontro di sabato mattina

Sabato 16 novembre alle 10, John Peter Sloan, l’inglese più famoso d’Italia, presenta il suo libro “Welcome to Italy” dove racconta il suo trentennale, sconfinato amore per il nostro Paese, per le nostre stranezze e per tutto ciò che ci rende così unici.

L’anno dei misteri – Un’indagine del commissario Bordelli” è il titolo del libro di Marco Vichi che presenta nel pomeriggio, alle ore 15.30. Un giallo  ambientato nell’Italia del 1969 dove sono tutti incollati davanti al televisore per la finale di Canzonissima, ma per il commissario Bordelli è l’ora di risolvere un altro mistero, l’omicidio di una giovane donna.

Tre gli appuntamenti dedicati ai bambini

Il primo è sabato 16 novembre alle 10,  in Biblioteca ragazzi con “Noi siamo piccoli, ma leggeremo! Nati per Leggere …Insieme!”,  mentre nel pomeriggio alle ore 15.30  è prevista la lettura “Storie a soqquadro. La città dei libri”. Infine domenica 17 novembre alle 10  con “Letture a colazione”  i bibliotecari propongono una mattinata dedicata alle storie da leggere ad alta voce.

Apre il programma di domenica Simonetta Agnello Hornby

Domenica 17 novembre alle ore 10.30 Simonetta Agnello Hornby presenta il suo libro “Siamo Palermo”, scritto in collaborazione con Mimmo Cuticchi. I due scrittori evocano una città che guarda all’Europa, non solo in ragione della sua bellezza e delle sue contraddizioni, ma anche per il desiderio di futuro che vengono esprimendo le istituzioni e le nuove generazioni. Alle 16 Andrea Tarabbia presenta il suo ultimo romanzo “Madrigale senza suono”, vincitore del Premio Campiello 2019. Lo scrittore ci porta per mano in un mondo oscuro, terribile e affascinante, quello del musicista uxoricida Carlo Gesualdo da Venosa, genio della polifonia tardo rinascimentale, efferato assassino e allo stesso tempo creatore di musiche di inarrivabile e struggente bellezza.

I ragazzi del blog rozzanese “BookMood” chiudono la rassegna

Chiude la rassegna lo spettacolo “Luna di notte” scritto e interpretato dai ragazzi del blog rozzanese “BookMood”  con il supporto della biblioteca dei ragazzi e della rock band “I nonni di Nirvana”  al cinema teatro Fellini alle ore 20.30.  Un’affascinante racconto che ha per protagonista  una ragazza e la sua amata Luna per festeggiare il suo compleanno insieme agli amici ma non sa che sarà una notte piena di parole, poesia e musica.

Il programma completo della rassegna è consultabile sul sito www.cascinagrande.it

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente