Giornale dei Navigli > Attualità > Trasporti pubblici, biglietti Atm a 2 euro a partire dal 1 luglio
Attualità Naviglio grande -

Trasporti pubblici, biglietti Atm a 2 euro a partire dal 1 luglio

Con il sistema integrato il cittadino potrà usare metropolitane, ferrovie e bus con un solo biglietto.

biglietti atm

Trasporti pubblici, biglietti Atm a 2 euro a partire dal 1 luglio.

Trasporti pubblici, biglietti Atm a 2 euro a partire dal 1 luglio

MILANO – La conferma è arrivata in queste ore: il biglietto per viaggiare sui mezzi pubblici di Atm costerà 2 euro dal 1 luglio, un rincaro contestato dagli esponenti del centro destra che si erano schierati compatti contro l’aumento di 50 centesimi per viaggiare a Milano.

Le nuove tariffe

Il sistema tariffario integrato entra quindi in vigore grazie all’approvazione dell’assemblea dei soci dell’Agenzia di bacino (i rappresentanti di Regione Lombardia, da sempre contraria alla novità, hanno disertato l’assise). Grande soddisfazione della delegata ai Trasporti Siria Trezzi che ha sottolineato l’importanza del cambiamento soprattutto per i comuni dell’hinterland milanese che otterranno, così, una diminuzione della tariffa.

Il presidente Regalia

“Finalmente con il sistema integrato il cittadino potrà usare metropolitane, ferrovie e bus con un solo biglietto – ha detto Umberto Regalia, presidente dell’Agenzia di bacino -. Milano si è portata allo stesso livello delle altre città europee e i costi per i cittadini saranno per la grande parte inferiori”. Invariati i prezzi degli abbonamenti annuali, per incentivare l’uso costante dei mezzi pubblici. Inoltre, il carnet potrà essere condiviso e con un solo biglietto si potranno fare più viaggi in metropolitana (entro 90 minuti). Altre novità: gli under 14 viaggiano gratis, anche da soli, e sconti previsti per gli over 65 e per chi ha meno di 26 anni.

Le polemiche

Ma la decisione ha continuato a suscitare polemiche: “L’aumento a 2 euro del biglietto Atm è solo l’ultimo regalo in ordine di tempo del sindaco Sala ai milanesi – ironizza il deputato Fabrizio Cecchetti, Commissario della Lega di Milano e vicecapogruppo vicario della Lega alla Camera –. Il prossimo primo luglio l’ennesima sorpresina sarà ufficialmente rifilata a tutti coloro che avranno bisogno dei mezzi pubblici: una decisione grave che, invece di migliorare la situazione della viabilità, la peggiora ancor di più. Tra Area B e pericolose frenate improvvise dei treni metro, il sistema milanese dei trasporti pubblici non sta certo facendo una bella figura. Peccato che a rimetterci siano non solo l’immagine e la credibilità della nostra città agli occhi del mondo, ma anche e soprattutto le tasche degli utenti”.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente