Giornale dei Navigli > Attualità > Bandiere arcobaleno e fili colorati: Flash mob per la pace a Corsico (FOTO)
Attualità Corsico -

Bandiere arcobaleno e fili colorati: Flash mob per la pace a Corsico (FOTO)

I colori arcobaleno delle bandiere hanno illuminato la piazza, mentre i bambini tessevano i “fili della pace”.

Falsh mob per la pace

Bandiere arcobaleno e fili colorati: Flash mob per la pace a Corsico.

Bandiere arcobaleno e fili colorati: Flash mob per la pace a Corsico

CORSICO – “Avevo una scatola di colori brillanti, decisi, vivi. Non avevo il rosso per il sangue dei feriti. Non avevo il nero per il pianto degli orfani. Non avevo il bianco per le mani e il volto dei morti. Ma avevo l’arancio per la gioia della vita, e il celeste dei chiari cieli splendenti, e il rosa per i sogni e il riposo. Mi sono seduta e ho dipinto la pace”.

Tanti colori in via Cavour

Le parole della poesia della tredicenne israeliana Talil Sorek hanno riempito la piazza della Fontana dell’Incontro, insieme a oltre cento persone che si sono radunate per dire no alla guerra. I colori arcobaleno delle bandiere hanno illuminato la piazza, mentre i bambini tessevano i “fili della pace”, per annodare amore e lasciare fuori dalla rete l’odio e la paura. Su un palco improvvisato si sono alternate le voci della guerra e dalla pace.

Poesie che raccontano il dolore e la speranza.

“Se fossi madre cercherei di portarlo lontano, dove la guerra non c’è. Se fossi madre avrei una speranza. Che altre madri lo portassero in salvo. Se fossi madre inventerei storie di pace. Mi trasformerei in sogno, per lui”. E ancora il Promemoria allegro ma intenso di Rodari: “Ci sono cose da non fare mai, né di giorno né di notte, né per mare né per terra: per esempio, la guerra”.

Poi le parole che sono arrivate dritte al cuore della giovane premio Nobel per la Pace, la pachistana Malala Yousafzai. Per fare la pace ci vuole coraggio, molto più che per fare la guerra, ha detto Papa Francesco. Ed è il coraggio di fare pace che si è respirato ieri, con i grandi ma anche con tanti bambini che sventolavano le bandiere arcobaleno di lotta e speranza. “Combattere per la pace è il primo compito delle forze democratiche – hanno detto i partecipanti –: occorre dimostrare la nostra convinzione”.

Francesca Grillo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente