Giornale dei Navigli > Attualità > Abbattimento alberi: manifestazione di protesta e chiarimenti dalla maggioranza
Attualità Buccinasco -

Abbattimento alberi: manifestazione di protesta e chiarimenti dalla maggioranza

La questione alberi a Buccinasco divide ancora. La maggioranza: "Abbattimenti necessari". L'opposizione: "Curare gli alberi, non abbatterli"

abbattimento alberi

Abbattimento alberi: manifestazione di protesta e chiarimenti dalla maggioranza.

Abbattimento alberi: manifestazione di protesta e chiarimenti dalla maggioranza

BUCCINASCO – La questione alberi divide. Da una parte, i membri dell’opposizione (Caterina Romanello di BucciRinasco, Alberto Schiavone del M5S e Manuel Imberti della Lega) che si schierano contro gli abbattimenti degli alberi in città.

La maggioranza: “Interventi necessari. E se precipitasse un albero che era stato valutato pericoloso sopra la testa di un bambino?”

Dall’altra, maggioranza e sindaco che spiegano come gli interventi siano “necessari. A nessuno fa piacere abbattere un albero, ma le operazioni fanno seguito a esami e rilievi di tecnici esperti che hanno valutato gli alberi malati o comunque pericolosi. Chi si sta schierando contro gli abbattimenti sa che potrebbero cadere? E se precipitasse un albero che era stato valutato pericoloso sopra la testa di un bambino?”, domandano in modo retorico dal Comune.

La manifestazione davanti al comune: “Speriamo che l’amministrazione comunale dia ascolto a chi vuole preservare il patrimonio arboreo”

Ma l’opposizione non si scoraggia e al loro fianco sabato mattina c’erano cittadini pronti a manifestare il disappunto. “Una mattinata costruttiva, di confronto tra cittadini che hanno risposto all’iniziativa di un residente di via Indipendenza che voleva condividere il suo malcontento per gli abbattimenti continui di alberi. Davanti al Municipio con cani, bambini e ragazzi, anche noi di Buccirinasco, Lega e M5s per sostenere l’iniziativa. Speriamo che l’amministrazione comunale dia ascolto a chi vuole preservare il patrimonio arboreo del nostro comune”, ha commentato Romanello. Dello stesso parere Alberto Schiavone: “Un sit in di protesta: abbiamo perso tantissimi alberi. Sono piovuti insulti dalla maggioranza che ha definito un flop l’iniziativa: le persone che si definiscono democratiche dovrebbero invece apprezzare i tanti cittadini riuniti su un tema ecologico importante. Così dimostrano solo di non tollerare il dissenso e la critica costruttiva”.

Romanello (BucciRinasco): “Curare gli alberi malati e non abbatterli”

Secondo Romanello il Comune dovrebbe “curare gli alberi malati e non abbatterli”. Un concetto che ha ribadito al parco Spina Azzurra per difendere “un pioppo che dovrà essere abbattuto perché secondo la perizia dell’agronomo è malato, in realtà porta solo i segni del tempo – ha detto la consigliera in un video sui social –, e non è pericoloso per i cittadini perché potrebbe cadere solo a causa di un evento atmosferico eccezionale. L’albero va protetto, curato e rispettato. Abbiamo anche chiesto una contro perizia per capire se è davvero malato”.

Mercuri (Pd): “Abbiamo discusso e siamo entrati nel merito della questione scoprendo che alcune cose, quelle più importanti, non erano a conoscenza di alcuni e quindi immagino di molti cittadini”

Dall’altra parte, è il consigliere di maggioranza Simone Mercuri (Pd) a rispondere alle accuse: “Su invito di un cittadino, Davide, le opposizioni guidate da Caterina Romanello, Manuel Imberti e Alberto Schiavone hanno organizzato una “manifestazione” sotto il comune contro alcuni abbattimenti di alberi malati a Buccinasco nella stessa settimana in cui il Comune ha ripiantumato un numero maggiore di alberi. A seguito di questa manifestazione hanno fatto polemica sulle dichiarazioni di bassa partecipazione. Voglio chiarire quanto successo: Alla manifestazione erano in 20, forse 19 o forse 21. Tolti i tre consiglieri, i loro parenti, mogli mariti e figli, erano in dieci. Se a questi togliamo chi fa politica nei loro partiti fuori da Buccinasco e i propri attivisti, credo fossero circa in cinque. Tra questi il signor Davide, la moglie e un paio di coppie di vicini a cui va comunque il mio grazie. Non erano quattro gatti, non per me. Si tratta comunque di cittadini che portano alla luce una loro preoccupazione. Insieme al consigliere Stefano Parmesani abbiamo discusso e siamo entrati nel merito della questione scoprendo che alcune cose, quelle più importanti, non erano a conoscenza di alcuni e quindi immagino di molti cittadini – prosegue Mercuri –. Questo perché nella comunicazione locale è difficile arrivare a tutti gli oltre 27mila abitanti: penseremo a come migliorare. Sicuramente sarebbe stato meglio se si fossero prima confrontati con l’amministrazione invece che essere parte di questo macabro gioco delle opposizioni capaci solo di strumentalizzare con poca serietà e rispetto per i cittadini”.

FG

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente