Giornale dei Navigli > Attualità > A Cesano al via i lavori di rifacimento della rete fognaria
Attualità Cesano Boscone -

A Cesano al via i lavori di rifacimento della rete fognaria

L’obiettivo è di ricostruire le reti fognarie nere e bianche, evitare gli allagamenti in occasione di temporali e assicurare il corretto trattamento delle acque reflue.

rifacimento della rete fognaria

A Cesano al via i lavori di rifacimento della rete fognaria.

A Cesano al via i lavori di rifacimento della rete fognaria

CESANO BOSCONE – Hanno preso il via dal parco Travaglia, nel Comune di Corsico, i lavori di rifacimento della fognatura che interesseranno le vie Volta e Milano.

Un investimento comunale di 3,5 milioni di euro

Con un investimento di 3,5 milioni di euro, l’intervento ha l’obiettivo di ricostruire le reti fognarie nere e bianche, evitare gli allagamenti in occasione di temporali e assicurare il corretto trattamento delle acque reflue, a tutela dell’ambiente e dei corsi d’acqua che attraversano il territorio.

La dichiarazione del sindaco Simone Negri

“Un intervento – sottolinea il sindaco di Cesano Boscone – che richiederà almeno due anni, ma che risolverà un problema che si trascina da decenni e che riguarda soprattutto i residenti della via Milano verso via Isonzo e via Volta, visti i problemi più volte evidenziati quando ci sono forti piogge”.

I lavori dureranno un paio d’anni

I lavori dureranno complessivamente 24 mesi e nel primo anno interesseranno via Milano e via Volta, comportando importanti modifiche alla viabilità della zona. Il gruppo CAP e il Comune stanno adottando tutte le misure a disposizione per ridurre i disagi ai cittadini residenti nella zona, agli esercizi pubblici e alle attività presenti sulla via.

Gli interventi per limitare il traffico in città

In particolare, l’Amministrazione ha richiesto a CAP una serie di accorgimenti per attenuare l’impatto del cantiere sulla viabilità cittadina e sulle attività commerciali presenti nell’area dei lavori, tra cui: la presenza in cantiere di due squadre; la continuità delle lavorazioni anche nei mesi estivi; giornate lavorative più lunghe in primavera ed estate; cantiere predisposto in modo che occupi al massimo 30 metri di lunghezza, con un’area di scavo di 7/8 metri; coordinamento con le attività commerciali per le operazioni di carico e scarico; possibilità di lavorare anche il sabato mattina in caso di particolari problematiche la cui risoluzione sia preferibile nei fine-settimana, in modo da poter eseguire le lavorazioni in momenti di minor traffico e con maggiore sicurezza.

RESTA AGGIORNATO SU TUTTE LE NOSTRE NOTIZIE! COME?

Segui la nostra pagina Facebook ufficiale Giornale dei Navigli: clicca “Mi piace” o “Segui” e gestisci impostazioni e notifiche in modo da non perderti più nemmeno una notizia!

torna alla home

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente